I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

La riorganizzazione emozionale del tempo

Il laboratorio di riorganizzazione emozionale del tempo si concentra puntualmente sul qui ed ora della giornata dell’utente. Si differenzia nei percorsi a seconda della fascia di età a cui è destinato.
Se è rivolto a bambini di  3 anni è centrato sulle prime fasi del processo emozionale:

  • percezione/ sensazione e prevede l’esplorazione dei 5 sensi (tatto,olfatto,gusto,vista e udito).

Un bambino che al tatto sa distinguere le minime differenze nelle stimolazioni prodotte, è un bambino che imparerà velocemente a distinguere le emozioni e a comunicare ciò che sente.
Se è rivolto a bambini dai 5 anni in poi il laboratorio prevede un passaggio dalla percezione del mondo esterno alla scoperta e consapevolezza del proprio mondo interiore, imparando a percepire le emozioni, nominarle e riconoscerle anche negli altri, completando in questo modo il processo di alfabetizzazione emotiva.
Se è rivolto agli adolescenti il laboratorio prevede un processo di risignificazione del presente alla luce dei profondi mutamenti emozionale, psicologici e fisici che implicano una inevitabile ridefinizione di sé nelle due fondamentali dimensioni: tempo e spazio. Il laboratorio diventa luogo privilegiato e spazio fondamentale dove apprendere a pensare, a riorganizzare il proprio tempo attraverso nuove attività sollecitate dalle modificazioni in atto. Il progetto quotidiano diventa l’obiettivo attraverso il quale l’adolescente apprende a progettare futuri possibili.
Se è rivolto agli adulti il laboratorio è lo spazio dove fermarsi, guardarsi dentro, riconoscere le emozioni, dargli un nome, fare emergere eventuali conflitti tra emozioni e vita quotidiana (livello emotivo e livello del “fare”), elaborare il  conflitto e riorganizzare il tempo e lo spazio personale in relazione alle emozioni riconosciute.
Il laboratorio riferito alle diverse fasce di età, può essere ipotizzato e realizzato in collegamento ai processi psicoterapici o indipendentemente da essi. Nel primo caso l’intervento prevede il modello dei setting multipli, ovvero il paziente sarà seguito da due operatori differenti, l’uno per la psicoterapia, l’altro per il laboratorio di riorganizzazione. Nel secondo caso sarà un unico operatore a svolgere il laboratorio di riorganizzazione emozionale del tempo. La durata dell’intervento di riorganizzazione può essere breve o molto lunga a seconda delle condizioni iniziali del paziente. In questo senso segue le variabili correlate ad un trattamento di media e lunga durata.

Iscriviti al corso