I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Ricerca sui BES (Bisogni Educativi Speciali)

 

XXIV CONGRESSO NAZIONALE AIRIPA SUI DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO, PESARO 2015

 

L'Istituto Egle presenterà due lavori di ricerca, svolti in collaborazione con le università di Catania e di Parma, al XXIV Congresso Nazionale AIRIPA sui disturbi dell'apprendimento (per ulteriori informazioni sul congresso AIRIPA 2015 CLICCA QUI), che si svolgerà a Pesaro il 9 e il 10 ottobre 2015:

 

1.  "Un adattamento del protocollo ACT for KIDS nel trattamento degli alunni con BES"

(G. Belluardo, D. Rollo, D. Belluardo, D. Castiglia, M. Fanzone, S. Granata, A. Notti, M. Belluardo, C. La Ferla, C. Giurdanella, S. Di Nuovo)

In questo contributo verrà presentato un laboratorio di gruppo dedicato alle emozioni e alle abilità sociali svolto dall'equipe dell'Istituto Egle con due gruppi di bambini con problematiche dell'apprendimento e/o socio-emotive.

 

2.  "Il test TP per la valutazione delle capacità di elaborazione di stimoli temporali: caratteristiche psicometriche"

(S. Di Nuovo, G. Belluardo, D. Belluardo, D. Castiglia, M. Fanzone, S. Granata,  A. Notti)

Questo secondo lavoro rappresenta la prosecuzione delle ricerche svolte negli anni precedenti (per un approfondimento si veda l'inserto a seguire: "AIRIPA 2014"), che hanno evidenziato come la capacità di elaborare i tempi brevissimi (inferiori al secondo) sia legata a migliori abilità di apprendimento scolastico. 

 

Ringraziamenti

Si ringraziano per la partecipazione alla ricerca i dirigenti scolastici degli istituti di Modica: prof. Tasca (C. Amore) e prof. Modica (Santa Marta), di Pozzallo: prof. Pipitò (Circolo didattico Pozzallo) e di Catania: suor Esposito e suor La Spada (Canossiane).

Inoltre, si ringraziano per la generosa collaborazione gli insegnanti, gli alunni e le famiglie. 

 

 

 

XXIII CONGRESSO NAZIONALE AIRIPA SUI DISTURBI DELL'APPRENDIMENTO, LUCCA 2014

 

L’istituto Egle ha condotto una ricerca in collaborazione con l'Università degli studi di Catania sulle abilità e sulle problematiche relative agli apprendimenti scolastici. I risultati ottenuti sono stati presentati al XXIII Congresso Nazionale AIRIPA sui disturbi dell’apprendimento, svoltosi a Lucca dal 23 al 25 ottobre 2014, con una relazione dal titolo: “Il ruolo delle abilità di time processing negli alunni con BES” .

 

Il ruolo delle abilità di time processing negli alunni con BES

G. Belluardo, S. Di Nuovo, D. Belluardo, D. Castiglia, M. Fanzone, S. Granata, A. Notti

Ringraziamenti:

Si ringrazia la Fides S.P.A di Catania per il contributo finanziario fornito alla ricerca.
Si ringraziano per la partecipazione alla ricerca i dirigenti scolastici degli istituti di Modica: dott.ssa Spadaro (R. Poidomani), dott.ssa Grana (G. Albo), dott. Tasca (C. Amore), dott. Modica (Santa Marta), e di Catania: dott.ssa Maccarrone (F. De Roberto), suor Giovanna Spada (Canossiane).
Inoltre, si ringraziano per la generosa collaborazione gli insegnanti, gli alunni e le famiglie. 

 

Sintesi della ricerca

 

Obiettivo Si vuole verificare se le abilità di time processing influenzino gli apprendimenti e i comportamenti degli alunni con BES (Bisogni Educativi Speciali). In particolare, lo scopo è stato valutare le abilità di percezione ed elaborazione di tempi di durata inferiore al secondo, cioè la capacità “pura” di time processing, escludendo l’intervento di altre abilità cognitive come la memoria.


Strumenti Per valutare i disturbi di apprendimento e le variabili emotivo-relazionali sono stati utilizzati: prove MT, AC-MT, DDE2, BIA, WISC IV, SAFA, test del sociogramma, colloquio clinico. Per valutare le abilità di time processing è stato costruito ad hoc il test computerizzato “Time Perception” (TP). Il TP è costituito da 4 subtest: tempi di reazione semplice, ritmo spontaneo di base (si richiede al soggetto di tamburellare con un dito alla velocità che considera più naturale e gradita), riproduzione di ritmi e discriminazione di intervalli di tempo (identificare, tra due tempi di durata simile tra di loro, quello più lungo).


Campione Lo screening sui BES ha impegnato 473 alunni frequentanti la classe terza della scuola primaria (età media 8 anni) delle province di Catania e Ragusa (cfr. fig.1). Il TP è stato somministrato a un sottocampione di 227 alunni partecipanti allo screening, che risulta così costituito: 65% alunni senza problematiche, 10% ADHD, 10% DSA, 5% FIL e 10% altra tipologia di BES.


Risultati Al test TP gli alunni con BES manifestano prestazioni inferiori ai coetanei: appaiono più accelerati nel ritmo spontaneo, hanno tempi di reazione più lunghi, sono meno accurati nel riprodurre i ritmi (con la tendenza ad anticipare la risposta) e hanno una soglia più elevata nel discriminare gli intervalli di tempo. Queste difficoltà sono presenti negli alunni con ADHD, ma non risultano specifiche di questo disturbo, interessando anche le altre tipologie di BES (cfr. fig.2). In particolare, le abilità negli apprendimenti correlano con la capacità di time processing: gli alunni con punteggi più elevati nei test di comprensione del testo, scrittura e calcolo hanno mostrato prestazioni migliori al TP. Il rapporto tra le variabili emotive e il time processing necessita ulteriori approfondimenti, in quanto questi primi risultati mostrano come il disagio emotivo non sia direttamente associato ai risultati al TP, ma sia mediato dalle difficoltà negli apprendimenti.


Prospettive future. Costruire un protocollo di intervento per migliorare le abilità di elaborazione del tempo (Time Processing Training), validare il TP test ampliando il campione di riferimento, approfondire il nesso tra time processing ed emozioni e indagare la relazione tra time processing e l’utilizzo delle nuove tecnologie e le nuove dipendenze.


Fig.1 –Profili dei diversi BES

 

Note:

“pref amici” indica il numero di preferenze ricevute dai compagni di classe come amico (test del sociogramma)
“pref compiti” indica il numero di preferenze ricevute dai compagni di classe per lo svolgimento dei compiti insieme (test del sociogramma)  
 I punteggi ai test sono espressi con valori standardizzati

 

Fig. 2 – Risultati al test TP divisi per tipologia di BES

 

Note:

Nella categoria “alunni con altro BES” sono inclusi: DSA, FIL, svantaggio socioculturale, disagio emotivo grave, altre difficoltà di apprendimento scolastico.
Le differenze al T test tra il gruppo di alunni senza BES e, rispettivamente il gruppo ADHD e il gruppo con altro BES sono contrassegnate con ** per sig.<.010 e * per sig.<.050. Non emergono differenze significative al T test tra il gruppo con ADHD e il gruppo con altro BES.   
Nel test di riproduzione di ritmo la media attesa delle battute del soggetto dovrebbe corrispondere al ritmo proposto, quindi rispettivamente 1000ms e 400ms. Il coefficiente di variazione è una misura dell’imprecisione nel compito.

Gli autori restano disponibili per ulteriori approfondimenti:
Prof. G. Belluardo (Università degli Studi di Catania e Istituto Egle): tel. 095.734010,  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prof. S. Di Nuovo (Università Studi di Catania): Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.    
Equipe Istituto Egle: tel. 331.4733574, 095.311850 (Istituto Egle Catania), 0932.944344 (Istituto Egle Modica, RG), Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..